Teleriscaldamento

Contributo di allacciamento e attività previste in fase di allacciamento

Il contributo di allacciamento alla rete di teleriscaldamento è determinato forfettariamente in base alla potenza richiesta, è generalmente molto inferiore rispetto al costo complessivo dei lavori e prevede una maggiorazione nel caso in cui l'allacciamento supera la distanza di 15mt dalla rete di distribuzione.

Le attività generalmente comprese sono:

  • Sopralluogo per verifica di fattibilità
  • Gestione della richiesta di preventivo
  • Acquisizioni di eventuali permessi/nulla osta da parte del Comune
  • Lavori di scavo dal punto di stacco dalla rete di distribuzione fino al punto di installazione, posa delle tubazioni di mandata e ritorno comprensive di valvole di radice
  • Installazione della sottostazione di scambio termico
  • Ripristino dello scavo e l'installazione e messa in servizio della sottostazione di scambio
  • Attivazione della fornitura e messa in servizio a seguito della sottoscrizione del contratto di fornitura

Resta in capo all'utente la predisposizione per l'allacciamento elettrico (alimentazione e consensi) e tutto ciò che riguarda l'impianto idraulico a valle della sottostazione.


Modalità di richiesta preventivo di allacciamento

La richiesta di preventivo di allacciamento va inviata tramite apposito modulo che si può scaricare qui, oppure richiedere allo sportello utenti. Il modulo va compilato in ogni sua parte e fatto pervenire a SEM in una delle seguenti modalità:

  • Posta ordinaria o consegna diretta allo sportello presso:
    Società Elettrica in Morbegno – Sportello Utenti
    Vicolo Scenaia, 3
    23017 Morbegno (SO)
  • Fax 0342/614920 - Posta elettronica: backoffice@sem-morbegno.it


Modalità di richiesta di recesso

La richiesta di recesso va inviata tramite apposito modulo, che si può scaricare qui, oppure richiedere allo sportello, con un mese di preavviso. Il modulo va compilato in ogni sua parte e fatto pervenire a SEM in una delle seguenti modalità:

  • Posta ordinaria o consegna diretta allo sportello presso:
    Società Elettrica in Morbegno – Sportello Utenti
    Vicolo Scenaia, 3
    23017 Morbegno (SO)
  • Fax 0342/614920 - Posta elettronica: backoffice@sem-morbegno.it


Attività previste in fase di recesso

In caso di recesso l'utente può richiedere una delle due modalità previste: disattivazione della fornitura o scollegamento dalla rete.
Le attività previste per la disattivazione della fornitura sono la chiusura delle valvole di intercettazione della sottostazione e la loro piombatura, la lettura di cessazione del contacalorie e la successiva fatturazione di chiusura del rapporto contrattuale.
Le attività previste per lo scollegamento dalla rete di distribuzione prevedono la rimozione della sottostazione di scambio compreso il gruppo di misura e l'intercettazione definitiva delle tubazioni di mandata e ritorno.
In entrambi i casi e per le attività indicate non sono previsti oneri a carico dell'utente, ad eccezione del corrispettivo di salvaguardia se il recesso avviene entro 3 anni dalla data di attivazione della fornitura.
Qualsiasi ulteriore attività che si rendesse necessaria dovrà essere concordata tra le parti.


Per richiedere informazioni o eventuali reclami compilare i moduli sottostanti o spedire una mail a backoffice@sem-morbegno.it riportando alcune informazioni minime quali :

  • Nome Cognome
  • Codice Utenza
  • Indirizzo e Tipologia di Fornitura






Prezzi e Condizioni

Il costo del servizio è composto da:
  • Corrispettivo Fisso, indipendenti dai consumi, espresso €/kW
  • Corrispettivo Variabile per la componente energia, che dipende dal quantitativo di calore prelevato dalla rete, espresso in €/kWh.

Aggiornamento

Il Corrispettivo Variabile del prezzo si aggiornerà in accordo all’ Allegato A disponibile nella parte sottostante.

Condizioni Contrattuali

Le condizioni generali di fornitura del teleriscaldamento consentono di offrire ai nostri clienti un servizio sempre più efficiente ed efficace nei comuni serviti dalla nostra rete.

Variazione prezzi

In questa sezione trovi tutte le variazioni di prezzo.


















La bolletta di S.E.M.  è  stata pensata per dare risposte  chiare e subito leggibili alle domande più frequenti del consumatori :

  • l'importo da pagare e la data di scadenza
  • la situazione amministrativa del cliente
  • i servizi dell’area clienti
  • composizione delle spesa
  • letture e periodi di utilizzo
  • imposte
  • identificativi della fornitura
  • potenza contrattuale
  • tipologie di uso
  • tipologia di prezzo
  • eventuali agevolazioni

Uno spazio importante è dedicato alle modalità di contatto che S.E.M. mette a disposizione della clientela per informazioni, segnalazioni e reclami.

Per facilitare maggiormente il cliente la  bolletta contiene anche uno spazio per eventuali informazioni aggiuntive che possono essere di interesse e quelle indicate dall' Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).



Documentazione Tecnica

La presente sezione mette a disposizione al cliente una serie di documenti legati al servizio del teleriscaldamento.


Fattore di conversione energia



Fattore di emissione specifico CO2



Richiesta verifica gruppo di misura

E' possibile richiedere a S.E.M. la verifica del gruppo di misura installato inviando l'apposito modulo con le seguenti modalità:

- Posta ordinaria o direttamente allo sportello presso: Società Elettrica in Morbegno Vicolo Scenaia, 3 – 23017 Morbegno (SO)

- Fax: 0342/614920

- mail: backoffice@sem-morbegno.it



Standard specifici misure



SEM, recependo le direttive vigenti, opera nel rispetto di livelli generali e specifici di qualità riferiti al complesso delle prestazioni. Qualora determinati livelli specifici di qualità, per cause diverse dalla forza maggiore o per responsabilità di terzi o del Cliente stesso, non venissero rispettati SEM provvederà ad un indennizzo automatico in favore del Cliente


Informazioni generali qualità commerciale



Riepilogo standard generale e specifico



Energia Elettrica

Autocertificazione di Residenza

Il modulo di autocertificazione di residenza ha valore legale ai sensi degli art. 45 e 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445

Modulo di autocertificazione di salvaguardia

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Cessazione Fornitura energia elettrica



SEM, recependo le direttive vigenti, opera nel rispetto di livelli generali e specifici di qualità riferiti al complesso delle prestazioni. Qualora determinati livelli specifici di qualità, per cause diverse dalla forza maggiore o per responsabilità di terzi o del Cliente stesso, non venissero rispettati SEM provvederà ad un indennizzo automatico in favore del Cliente


Qualità Distribuzione



Qualità Vendita



Ai sensi di quanto previsto dall’art. 6 del Decreto 31 luglio 2009 del Ministero dello Sviluppo Economico, recante disposizioni riguardanti “Criteri e modalita’ per la fornitura ai clienti finali delle informazioni sulla composizione del mix energetico utilizzato per la produzione dell’energia elettrica fornita, nonche’ sull’impatto ambientale della produzione”, sono stati pubblicati i dati relativi al mix di fonti primarie utilizzate per la produzione di energia elettrica per gli anni seguenti





PIANO DI EMERGENZA PER LA SICUREZZA DEL SERVIZIO ELETTRICO (PESSE)

Il Piano di Emergenza è originato dalla necessità di fronteggiare eventuali richieste di energia da parte della clientela superiori alle disponibilità del sistema elettrico nazionale.
Con Delibera del 6 Novembre 1979 il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha stabilito a suo tempo la predisposizione di un Piano di Emergenza per la Sicurezza del Servizio Elettrico Nazionale. Il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (TERNA S.p.A.), che ha anche l’incarico di garantire la sicurezza della rete elettrica sul territorio nazionale, ha recentemente richiesto alle aziende distributrici di energia elettrica l’aggiornamento del Piano, in accordo con le direttive del Ministero delle Attività Produttive e dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.


SCOPO

Il Piano è costituito da una serie di provvedimenti mediante i quali si definiscono le azioni da intraprendere al fine di riportare il sistema elettrico in condizioni di stabilità anche quando stia per evolvere o sia già in condizioni critiche: ciò viene attuato sospendendo la fornitura di energia elettrica in modo selettivo e programmato ad una parte dei clienti. In caso di problemi sulla rete elettrica di trasmissione nazionale, in particolare qualora la richiesta di energia da parte dei clienti sia superiore o stia superando la disponibilità, TERNA ordina alle aziende distributrici di energia elettrica l’applicazione del Piano per evitare black out di proporzioni maggiori.


CLIENTI INTERESSATI AL PIANO

L’eventuale applicazione del PESSE coinvolge potenzialmente tutti i Punti di Prelievo, secondo quanto previsto dalla deliberazione CIPE del 6 novembre 1979 (con esclusione: gli usi di trazione impianti di segnalamento e apparati centralizzati delle Ferrovie dello Stato, delle ferrovie in concessione e dei trasporti urbani ed extra urbani, ai porti ed aeroporti di maggiore importanza, etc) e interessa tutta l’utenza diffusa (clienti domestici e clienti di altro genere alimentati da rete diffusa) e quella industriale (clienti alimentati in alta tensione oppure, con linea esclusivamente dedicata a loro, in media tensione). Le imprese di distribuzione, come Società Elettrica in Morbegno (di seguito SEM), che non hanno un sito di connessione con la Rete di Trasmissione Nazionale (RTN) devono concordare, per l’utenza da esse servita, il piano dei distacchi con il proprio distributore, nella fattispecie E-DISTRIBUZIONE SPA, essendo di fatto la rete elettrica di distribuzione SEM assimilata ad utenze distaccate da E- DIST.


STRUTTURA DEL PIANO

Il Piano prevede differenti livelli di applicazione a seconda del livello di criticità che si riscontra sulla rete elettrica. Sono previsti, sia per l’utenza diffusa che per l’utenza industriale, 5 livelli di rischio in dipendenza della criticità del sistema elettrico. I distacchi sono fatti a rotazione su tutta l’utenza, secondo turni della durata di 90 minuti. Gli orari di distacco seguono variazioni stagionali, nello specifico: nel periodo invernale con ora solare nell’intervallo 7:30 – 21:00; nel periodo estivo con ora legale nell’intervallo 9:00 - 22.30; oltre tale orario i distacchi, salvo casi eccezionali, riguardano esclusivamente l’utenza industriale.
Sono escluse dal Piano le utenze industriali titolari di particolari contratti di fornitura (con clausola di interrompibilità) in quanto direttamente interrotte dal Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale.


INFORMATIVA AL CLIENTE DI SEM

E-DISTRIBUZIONE SPA, quale distributore dell’energia elettrica, al quale la scrivente società di distribuzione locale è allacciata, ci ha comunicato il numero dei gruppi di distacco programmato che interessano la nostra rete:

  • Linea MT n°6066 – Bitto → gruppo 4 - non distaccabile;
  • Linea MT n°6065 – Palazzetto → gruppo 4 - non distaccabile;
  • Linea MT n°6064 – Galbusera → gruppo 4 - non distaccabile;
  • Linea MT n°6061 – Cosio → gruppo 19 - distaccabile;
  • Linea MT Valgerola n°02021 – consegna a SEM MT in c.s. 80001 → gruppo 20 – non distaccabile;
  • Linea MT Valgerola n°02025 – consegna a SEM MT in c.s. 02021 → gruppo 20 – non distaccabile;
  • Linea MT Valgerola n°8001 – consegna a SEM MT in c.s. 02025 → gruppo 20 – non distaccabile;
  • Consegna BT a SEM in CS.20298 – Desco → gruppo 6 – distaccabile;
  • Consegna BT a SEM in CS.20196 – S.Bello 1-2 → gruppo 8 – non distaccabile;
  • Consegna BT a SEM in CS. 20196 – Ortesida → gruppo 20 – non distaccabile;

In funzione di diverse esigenze, la struttura del Piano può essere periodicamente modificata e il numero di gruppo, attribuito da E-DIST, cambiare. Ciò può verificarsi a seguito di modifiche permanenti dell’assetto della rete (entrata in esercizio di nuove linee, esclusione di altre, etc.).
Segnaliamo, inoltre, che il numero del gruppo può essere temporaneamente modificato, da parte di E-DIST, per esigenze di riparazione o manutenzione della rete.

I clienti SEM per conoscere i giorni e le fasce orarie nelle quali la propria utenza è compresa nei piani di distacco in caso di attuazione del PESSE , possono richiedere la linea a cui sono collegati, agli uffici all’atto della stipula dei contratti di fornitura, o successivamente all’ufficio tecnico della società.

L’ufficio tecnico individuando la linea MT del cliente, comunica i dati richiesti sulla base della seguente tabella dei gruppi di stacco:
Vedi tabelle a pagina 17 e 18 allegato A.20 https://download.terna.it/terna/0000/0105/37.PDF

E’ opportuno ricordare a tutti i Clienti (come indicato anche dal Gestore della Rete) che in generale la presenza di energia elettrica non può essere garantita in assoluto, per nessuna categoria di utenza. Pertanto, ove risulti oltremodo dannosa l’assenza di fornitura di energia elettrica, i clienti devono dotarsi di apparecchiature di emergenza (quali: gruppi di continuità, etc.) in grado di alimentare per alcune ore le apparecchiature considerate critiche:ciò si rende necessario in modo particolare quando vengono utilizzate apparecchiature elettromedicali, per le quali la mancanza di energia elettrica può essere causa di rischio per la salute.

In ogni caso tutte le linee elettriche, anche se momentaneamente disalimentate, possono essere rimesse in servizio senza preavviso: è necessario adottare di conseguenza le opportune precauzioni.