La società produce energia elettrica attraverso lo sfruttamento di otto impianti idroelettrici situati in Valtellina / Alto Lario della potenza installata di 11 MW. Nel 2002 la società ha acquisito da Enel la rete locale di distribuzione diventando distributore unico per i Comuni di Morbegno, Cosio Valtellino, Bema e Rasura.

Attualmente la Società distribuisce energia elettrica a circa 13 mila utenze per un totale di circa 64 milioni di kWh annui. SEM può definirsi una “public company” in quanto vanta ben 550 soci, di cui circa 200 utenti.

Storia

  • 1897

    Viene fondata la società cooperativa allo scopo di dare energia ai soci tramite la centrale idroelettrica di Cosio

  • 1921

    Costruzione della centrale di Traona

  • 1962

    Nasce ENEL che ingloba tutte le realtà italiane, mentre SEM riesce a mantenere la sua indipendenza su Morbegno

  • 1984

    Acquisizione della centrale di Tavani

  • 1985

    Costruzione della centrale di Rasura

  • 1989

    Acquisizione della centrale di Sorico

  • 1991

    Costruzione della centrale di Campovico

  • 1995

    Costruzione della centrale di Dazio

  • 2001

    Costruzione della centrale di Cavrucco

  • 2002

    ENEL cede a SEM la rete di distribuzione della parte nord di Morbegno e dei comuni di Cosio, Bema, Rasura

  • 2005

    Con lo scopo diversificare la produzione di energia da fonti rinnovabili Si decide di procedere con la costruzione di un impianto di teleriscaldamento per distribuire calore alla zona industriale e l’abitato di Morbegno

  • 2007

    Il Teleriscaldamento diventa operativo

  • 2013

    Viene coperto col teleriscaldamento l’abitato di Talamona

  • 2014

    Inizia la costruzione di un nuovo impianto ORC (Organic Rankine Cycle) a biomassa

Il Sociale

Essendo la società molto legata al territorio del mandamento di Morbegno, sono state strutturate negli anni varie attività per aiutare ed incentivare la crescita.
Ad oggi possiamo annoverare: Borse di studio, visite guidate istituti tecnici e professionali nazionali ed internazionali. Per maggiori informazioni visita la sezione News